Mi chiamo Bertinelli Luigi ho 58 anni, e come primo lavoro faccio l'artigiano edile, l'installatore idraulico ed elettrico oltre a molti altri servizi che chi mi conosce spero apprezzi, purtroppo con la crisi cominciata in modo significativo nel 2013 mi sono trovato con molte ore.... libere.... e siccome non mi piace ancora stare con le mani in mano mi sono inventato questa nuova (per me) professione con il risultato che ora lavoro molto più di prima..... Comunque ho scoperto tutto un mondo che prima non immaginavo : ho dovuto imparare a produrre l'humus che pare semplice, basta dare regolarmente da mangiare ai vermi e il gioco è fatto... e no non è cosi semplice perchè bisogna fare i conti con il troppo caldo e con la siccità ( i lombrichi non amano nè uno nè l'altro) e quindi quando è piena estate bisogna bagnare le lettiere... si ma senza pozzo è mica una cosa facile, quindi carica sul furgone una cisterna con 800 litri vai al campo collega la motopompa, fai almeno un'altro giro a casa a fare rifornimento ... ecc. Vi è poi l'approvigionamento del letame che pare una stupidaggine... se non fosse che non si può stoccare perchè essendo in continua fermentazione specie durante la stagione calda tende all'autocombustione diventanto immangiabile per i lombrichi... quindi bisogna acquistarne regolarmente ogni volta che se ne ha bisogno senza possibilmente avanzarne.D'inverno invece è più semplice : ai primi di dicembre "basta" coprire con uno strato di letame di 25 cm. tutte le lettiere e sono protette dal freddo fino alla primavera.... se non fosse che quest'anno ci sono voluti circa 200 quintali di letame per questa operazione e pur se eravamo in tre : io, Bertinelli e Luigi capirete che non è una cosa leggera.  Poi quando finalmente raccogli l'humus viene il bello perchè và per la maggiore quello fine non quello appena raccolto da campo quindi studiati come farlo seccare ma non troppo perchè sennò mangi troppa polvere nel tritarlo ; quando finalmente hai trovato la quadra ecco che devi farti conoscere per acquisire clienti quindi bisogna andare alle fiere e questo comporta che alla mia verde età termini di far festa al sabato e alla domenica ma te ne vai a zonzo per il Piemonte  a proporre il tuo prodotto, cosa questa che , fatica e levatacce a parte, ha il suo fascino perchè ti dà modo di conoscere e parlare con un sacco di persone e lo stare a diretto contatto con tanti sconosciuti non avrei mai detto che mi sarebbe piaciuto. Ma non crediate che sia semplice andare ad una fiera perchè anche lì si ha a che fare con un universo di regole e regolamenti diversissimi da comune a comune da un'associazione all'altra c'è quello che ti accoglie a braccia aperte e c'è quello che ti deve ammettere alla propria manifestazione e anche le tariffe di partecipazione sono diversissime e in qualche caso anche un pò fuori luogo... Poi devi scrivere ai comuni e alle Pro Loco che magari ci mettono un mese a risponderti ma però una volta che ti hanno contattato ti danno le scadenze loro . Ora ho pensato anche ad Internet ed eccomi qui con lo scopo di acquisire clienti e di , nel limite del possibile, dare qualche consiglio o "dritta" agli amanti del concimare biologico e perchè no ? anche a chi vuole cimentarsi in quest'affascinante hobby o professione.

 

Fin qui le difficoltà "pratiche" .... ci sono altre difficoltà con le quali in un modo o in un'altro abbiamo tutti a che fare : sono quelle di ordine burocratico ! E si perchè per poter produrre ma sopratutto commercializzare l'Humus di lombrico mi sono dovuto iscrivere al                  

REGISTRO DEI PRODUTTORI DI FERTILIZZANTI                               

Ma per fare questo prima ho dovuto far analizzare l'Humus in un laboratorio convenzionato (io l'ho trovato a Padova dopo non poche ricerche e peripezie) poi ho dovuto incaricare un'intermediario per le procedure d'iscrizione al sudetto registro tanta era la complessità delle procedure.... alla fine dopo tutto questo e un bel pò di soldini spesi ce l'ho fatta! Chi volesse controllare sono iscritto nella sezione concimi biologici del registro dei produttori di fertilizzanti al numero 1538/14

UA-73825618-1